Venditoritalia.com - Portale di ricerca agenti e venditori
Homepage | Perchè scegliere Venditoritalia.com | Inserite un annuncio di ricerca |  Richiedete un banner pubblicitario

<<< Torna indietro

Tutta la NORMATIVA per gli Agenti di Commercio


- INPS - Contributi previdenziali inps

I contributi IVS (invalidità, vecchiaia, superstiti) sono determinati in percentuale sul reddito dichiarato ai fini IRPEF e sui redditi prodotti in forma associata (artt. 5 e 6 del DPR 917/86).

Poichè sono dovuti contributi in base al minimale di reddito, la contribuzione viene calcolata sulla differenza fra il reddito dichiarato e il minimale sopracitato.

Per il 2007 il minimale e il massimale del reddito d'impresa per i commercianti è fissato rispettivamente in € 13.598,00 e € 66.805,00.

La misura del contributo INPS 2007

Reddito di impresa

Percentuale per titolari e familiari con età pari o superiore a 21 anni

Percentuale per familiari di età inferiore a 21 anni

da € 13.598,00 fino a € 40.083,00

19,59%

16,59%

oltre € 40.083,00 fino a € 66.805,00*

20,59%

17,59


(*) Il massimale contributivo annuo diventa di € 87.187,00 per i commercianti privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e per coloro che abbiano optato per il sistema di calcolo contributivo della pensione.

L'importo del contributo per l'assistenza e la pensione, che è a carico del titolare di azienda, è stabilito conteggiando le seguenti voci:

- un contributo fisso per la pensione per il titolare e ciascun collaboratore;
- un contributo fisso per l'assistenza sanitaria per il titolare e ciascun collaboratore;
- un contributo aggiuntivo aziendale calcolato in percentuale sul reddito d'impresa denunciato nella dichiarazione dei redditi ai fini IRPEF.

Il versamento dei contributi previdenziali viene effettuato esclusivamente mediante delega bancaria, ovvero mediante distinta unificata (modello F24) , con possibilità di compensazione con altre somme a credito, anche di tipo tributario (imposte, tasse, ecc...). L'INPS invia al domicilio degli iscritti i modelli F24 precompilati.

L'agente di commercio iscritto alla gestione commercianti dovrà versare i contributi INPS trimestralmente, entro il giorno 16 dei mesi di febbraio, maggio, agosto, novembre.

Il debito contributivo può essere rateizzato dall'agente di commercio.

I contributi dovuti, sulle eventuali quote di reddito d'impresa superiori al minimale, vanno versati in 2 rate uguali alle scadenze previste per l'IRPEF.

Il reddito inizialmente preso in considerazione è quello dell'anno precedente. Il versamento è perciò considerato come acconto della somma da corrispondere in base alla totalità dei redditi di impresa effettivamente prodotti nell'anno in corso.


Pubblicità
copyright 2005 - EUMEDIA GROUP - P.iva 01229730112